www.FotoEmozioni.it

Il Forum della Fotografia Naturalistica, animali, uccelli, rettili, anfibi, paesaggi, flora, macrofotografia. "FotoEmozioni è il Portale della Fotografia Naturalistica"
Oggi è sabato 24 giugno 2017, 11:30

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 19 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Calibrazione Monitor - perchè? come?
MessaggioInviato: domenica 7 settembre 2008, 12:52 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 23 aprile 2008, 21:25
Messaggi: 9488
Località: Valle di Fiemme - Predazzo (TN)
Immagine



Immagine - La Calibrazione del Monitor - Immagine





Spesso si leggono pareri contrastanti sulla luminosità di un immagine, oppure ci sono persone che postano immagini quasi bruciate nelle alte luci oppure sottoesposte.

Questo perche? è una scelta artistica oppure ce un altra spiegazione.


Trattandosi di Fotografia Natralistica tenderei ad escludere la scelta artistica e a spiegare le varie situazioni con una semplice supposizione.

"più spesso di quanto non si creda ci sono problemi di monitor e della calibarzione/profilatura degli stessi"

A dire il vero il termine più corretto non è Calibrazione ma Profilatura.

Ma vediamo di dare prima una risposta alle domande più comuni:
(faccio sempre finta di parlare con un vero testone che però ha il pregio di essere curioso e ha tanta voglia di apprendere)

Gerardo, ho realizzato un immagine di paesaggio con tenui sfumature di colore, come si vedrà sul monitor dei miei amici?
Se i monitor non sono tutti calibrati/profilati correttamente , potresti vedere immagini molto diverse tra loro, che differisco per colori, sfumature e luminosità, e più è vecchio il monitor e sono stati modificate le impostazioni di luminosità e contrasto e maggiori saranno le differenze.

Ci sono vari parametri che concorrono alla corretta visualizzazione delle immagini/dei colori, tra questi la luminosità, il contrasto, i colori RGB che mischiati tra loro formano tutti gli altri colori e sfumature.

Per fare un semplice esempio prendiamo in considerazione solo la luminosità del monitor, al centro dell'immagine qui sotto ho inserito un "Rosso Puro RGB" alla sua sinistra ho aumentato leggermente la sola luminosità mentre alla sua destra la ho diminuita. I tre colori sono uguali? No!
Pensa, ho variato solo la luminosità, cosa può succedere se variamo anche contrasto e misceliamo i canali RGB?
Immagine

Posso provare a regolare luminosità e colori tramite i comandi del monitor?
Lo ho appena accennato, No! e ripeto No! se non hai strumenti Hardware abbinati a Software appositi (il solo adobe Gamma di PS ad esempio non serve a nulla) per profilare il monitor questo non potrà essere fatto su input visivo del fotografo perché gli occhi dell'uomo si adattano a luci, ombre e colori ed inoltre per assurdo si potrebbe essere prossimi al daltonismo e non rendersene conto (come fai a sapere che il rosso che vedi è il vero rosso se dalla nascita lo hai sempre visto così e non hai alto metodo di paragone).
In alcuni campi ci sono persone che conseguono patentini appositi per la valutazione del colore degli oggetti, e questo ogni anno, perche con la vecchiaia si perde udito, vista....."ma anche la visione dei colori?" purtroppo si!

E allora cosa devo fare?
Se la fotografia per te è importante non ci sono vie di mezzo devi acquistare un Colorimetro e non trascurando il monitor, piuttosto prendi un PC meno performante e acquista un buon Monitor e ricordatevi che i Monitor non sono eterni, gia dopo 5 o 6 anni potrebbero aver perso buona parte delle loro qualità.

Perche devo acquistare il Colorimetro? (comnicio ad innervosirmi :-D)
Perché una macchina e un software non basano le loro regolazioni su "fattori" soggettivi (la tua vista) ma su "valori" e ripeto valori, oggettivi, un sensore che valuta l'intensità di luce, contrasto e colore in foramto nuerico e che riconoscerà sempre e costantemente il grigio neutro al 51% come grigio neutro al 51% (non al 50%) mentre la tua vista è influenzata ad esempio dalla riflessione sul monitor di sorgenti luminose esterne che per quanto tenui sballano qualsiasi valutazione.

Ma quanto costa un buon monitor e il colorimetro?
Di monitor ce ne sono per tutti i gusti e costi, tieni però presente le tre marche più note professionalmente e poi, piuttosto di scegliere un monitor da 24" di una marca normale, scegline uno da 19" della Lacie, Eizo oppure Barco.
Ci sono anche altre marche valide ma spesso hanno un catalogo talmente ampio che è difficile fare una scelta giusta mentre le tre marche da me segnalate sono specializzate nel settore "Professionale" dell'editing di Immagini e Video.
Ultima cosa, qualunque monitor scegli assicurati che non abbia la superfice a specchio ma opaca, sarà anche un mio parere, ma io te lo ho detto poi fai tu (le tre marche citate di superfici a specchio non ne usano, almeno che io sappia).

Faccimao una prova, un test che serve solo a darti degli indizi, guarda l'immagine qui sotto.
Immagine
(nota importante, per una corretta valutazione di qualsiasi immagine si dovrebbe usare un software, come Photoshop, che gestisce correttamente i profili colore).

Questa è una scala di grigi che va dal bianco (0% di grigio) al nero (100% di grigio) passando per gradi di 5%.
Quindi ci sono 20 quadratini/gradazioni nella prima fila e 20 nella seconda, se ad esempio nella zona più scura non riesci a distinguere la separazione tra gli ultimi due o tra gli ultimi tre oppure peggio ancora tra gli ultimi quattro, hai dei probelmi di monitor e di profilatura dello stesso.
Se invece sono tutti neri il monitor è spento!
(non ho resitito alla freddura scusa :-( )

A parte gli scherzi trovo spesso siti che aggiungono queste barre suggerendo di modificare la luminosità se non si vedono tutti i quadratini, lo trovo un consiglio sbagliato per non dire assurdo, è solo un mentodo per aggirare l'ostacolo, per adattare alla meglio la visione ma non è la soluzione giusta per una persona che ama la fotografia.

Può anche essereci il problema inverso, se gli ultimi due scuri li distingui troppo nettamente e ad esempio non vedi la separazione dei due più chiari allora la luminosità del monitor è troppo alta.

Pur se il grigio è il luogo più adatto per individuare una dominante di colore non ho parlato di tale problema perche è inutile, a parte problemi macroscopici è particolarmente difficile essere certi se un grigio è realmente neutro o meno, sempre per il discorso di riflessi esterni (non serve una luce basta una parete o soffitto colorato) e/o dell'adattamento della vista.

Solo per notizia anche l'ambiente in cui si lavora dovrebbe seguire degli standard ben precisi di illuminazione, con la giusta qualità ed intensità di illuminazione, codificati nello standard ISO 3664(sito http://www.iso.org).

Gerado, sicuramente sarà difficilissimo profilare un monitor!
Non è nemmeno una domanda la tua ma un affermazione, andiamo bene!
Non è affatto difficile, bisogna solo seguire attentamente le istruzione e comprendere pochi parametri importanti da inserire per una calibrazione accurata.
Ne esiste anche una completamente automatica, ma la semiautomatica da dei risultati più accurati e costanti.

Vediamo insieme ad esempio l'uso di un o dei due più noti colrimetri l'Eye-One Display 2della GretagMacbeth( l'altro è lo Spyderdella Colorvision)



Profilatura di un monitor con Eye-One Display 2 Immagine

Il menu e le spiegazioni sono completamente in Italiano, quindi una volta installato il Software "Eye-One Match" e aver collegato la sonda al momento richiesto si aprirà una finestra in cui si potrà scegliere se controllare la luce ambientale.
Saltiamo questa parte, non perche non sia importante ma perche è uno stato avanzato dell'intero cicolo di profilatura che comprenderebbe anche altri settori come stampante e scanner e sarebbe dispersivo parlarne ora.

[b]Allora posso profilare anche al stampante? Bello!!!

NO! rimani con i piedi per terra perché la stampante è tutta un altra storia, ben più articolata e poi serve un altro tipo hardware, un termocolirmetro, che al momento, costa molto di più e non ne vale la pena per un uso non profesionale.

(Solo per curiosità riporto quì sotto la schermata e l'accessorio in dotazione per il controllo ambientale.)
Immagine

Dopo aver scelto il tipo di Monitor, CRT o LCD si passa ad impostare alcuni parametri:
- punto di bianco in gradi Kelvin, saremmo portati a impostare 5500K perche rappresenta la temperatura della luce diurna ed invece per i monitor tale temperatura è troppo calda e va impostato 6500K.
- Gamma, impostate 2.2 se usate PC se invece usate Mec dicono di impostare 1.8 ma conosco molti utenti della mela che impostano 2.2 (io uso PC e di Mac so poco o nulla).
- Luminanza, se non conscete quello specifico del vostro monitor impostate quelli suggeriti dal programma che vi daranno comunque ottimi risultati.

Immagine

Ora devi posizionare la sonda sul monitor, in modo che sia ben aderente alla sua superfice, se trovi delle difficoltà prova ad inclinare il monitor leggermente verso l'alto.
L'idale sarebbe posizionarlo al centro ma avrai bisogno del menu delle impostazioni del monitor per continuare quindi se non si può spostare il menù posiziona la sonda leggermente di lato o sopra oppure sotto.



Immagine

Sucessivamente sarà il software, con un procedimento particolare ad individure la posizione della sonda.

Ora bisonga impostare il contrasto, suggeriscono di impostarlo al massimo e poi di regolarlo secondo le indicazioni della barra di regolazione, questo punto non lo ho mai ben capito, io lo lascio uguale tra una calibrazione e l'altra (senza spostarlo al massimo) e poi regolo di conseguenza, di solito si tratta di minimi aggiustamenti.
Immagine

Stesso discorso per la luminosità, ma è anche inutile che continui perche tutti questi passi sono spiegati in perfetto Italiano dal Software stesso.
Immagine



Ora arriva l'unica parte un po delicata che necessita di vera attenzione e un po di pratica con il menù del vostro monitor.
- Se il monitor ha la regolazione indipendente dei 3 colori RGB puoi scegliere "Controlli RGB" quindi avviare la procedure e seguire le indicazioni, regolando perciò dal menù i tre colori dovrai farli stare in un parametro ben segnalato e aggiornato dal Software.
In pratica i tre cursori, rosso, verde e blu, più saranno al centro e meglio sarà la regolazione.
Immagine

Come mai questi interventi manuali? come mai devo intervenire io con i colori, non hai detto che i miei occhi non sono adatti?
Calma, non ti è chesta nessuna valutazione soggettiva, ti è solo chiesto di muove dei cursori delle manette di regolazione e il software ti da delle indicazioni ben precise, in pratica la tua è solo forza lavoro e non devi pensare o inventarti nulla ;-)

-Nel caso il tuo monitor permetta solo parametri preimpostati dovrai scegliere "Impostazioni RGB" ed impstare quello che più si avvicina alla regolazione 6500K che abbiamo scelto inizialmente, non preoccuparti, trovi tutto scritto e spiegato nelle schermate del Programma di Calibrazione.
Immagine

Fatto ora il software e la sonda/colorimetro hanno tutte le informazioni necessarie e il procedimento per la realizzazione del profilo colore continua in automatico, il tutto durerà alcuni minuti.

Alla fine uscirà la schermata sottostante che ci avviserà se la calibrazione è finita, saranno quindi visibili i valori della temperatura colore e luminanza, che possono differire da quelli da noi scelti solo di poco, ce scritto tutto nelle informazioni a video, caso contrario bisognerà procedere nuovamente alla calibrazione stando più attenti ai vari passaggi.
Immagine

Se invece i parametri sono nella norma, possimo scegliere il nome del profilo (vi consiglio di immetterne uno che riporti la data della calibrazione nel formato "anno/mese/giorno" ).

Un memo per la prossima calibrazione, a livello amatoriale 4 settimane sono più che sufficienti.

Possiamo anche vedere il prima e dopo della calibrazione, ma alla fine è importante dare il consenso alla fine del processo di calibrazione/profilatura che salverà e imposterà il Profilo Colore come quello predefinito del vostro sistema operativo.

Questo Profilo è valito solo per l'accoppiata del tuo montior con il tuo PC, dovessi vendere il monitor o il PC non servirebbe a nulla dare anche il Progilo colore.


Spero di essere riuscito a chiariti un po di più il discorso calibrazione/profilatura del monitor e spero ti sia reso conto che la procedura è semplice e non richiede nessuna abilità o conoscenza particolare se non quei 3 parametri che ho indicato iniziaomente.



Spendere migliaia di € per macchine fotografiche, obbiettivi, PC, Monitor, Stampanti, software............e poi non acquistare un accessorio importantissimo come il colrimetro lo trovo veramente senza alcun senso.

Se siete un gruppo di amici o fate parte di un associazione, valutate anche la possibilità di acquistarlo in gruppo, vi serve praticamente una volta al mese e non si rovina o usura, se siete un gruppo bello grosso potete anche pensare di acquistare un ben più evoluto e però anche costoro termocolorimetro, quest'ultimo non si limita a calibrare monitor ma anche stampanti, scanner, proiettori digitali.

Spero che questa piccola introduzione alla calibrazione/profilatura del monitor vi possa essere utile.

Ciao

Gerardo

P.S. per gli utenti registrati è disponibile il file PDF pronto per la stampa e una versione PSD (per Photoshop) delle gradazioni dei grigi.

_________________
Immagine Vi presento il mio nuovo Libro, pubblicato con gli amici Flavio e Riccardo


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lunedì 8 settembre 2008, 6:15 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 1 settembre 2008, 23:40
Messaggi: 2
Thanks Clap Clap Clap


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lunedì 8 settembre 2008, 10:17 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 23 aprile 2008, 21:25
Messaggi: 9488
Località: Valle di Fiemme - Predazzo (TN)
passionesurf ha scritto:
Thanks Clap Clap Clap


Grazie :)

Ho porvato a buttarla anche un po sullo scherzoso per rendere la lettura un po meno noiosa :lol:

Spero comunque che questi scritti senza tante pretese vi siano utili ;-)

Ciao

Gerardo

_________________
Immagine Vi presento il mio nuovo Libro, pubblicato con gli amici Flavio e Riccardo


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: martedì 9 settembre 2008, 17:56 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: domenica 11 maggio 2008, 15:50
Messaggi: 439
Località: San Lugano ma sempre Val di Fiemme
come sempre ottima guida. Grazie

_________________
Il mio album


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mercoledì 10 settembre 2008, 7:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 3 settembre 2008, 7:47
Messaggi: 195
Località: Terragnolo (TN)
Grazie Gerardo, bella lezione!
E' da un po che pensavo di acquistare un profilometro per lo schermo, cosa mi consigli, spyder3 Elite o l'Eye-One Display 2della GretagMacbeth?
Al momento uso quello di un mio amico ma la taratura la faccio ogni 3 mesi circa e mi sembra poco.
Grazie, Yuri.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mercoledì 10 settembre 2008, 8:47 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 23 aprile 2008, 21:25
Messaggi: 9488
Località: Valle di Fiemme - Predazzo (TN)
Io ho il "l'Eye-One Display 2" della GretagMacbeth e mi trovo molto bene.

Posso quindi consigliartelo, ma non ho provato lo Spyder che comunque dicono sia un buon prodotto.

Gerardo

_________________
Immagine Vi presento il mio nuovo Libro, pubblicato con gli amici Flavio e Riccardo


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: giovedì 2 ottobre 2008, 0:06 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 22 settembre 2008, 16:12
Messaggi: 2
Spiegazione interessante ed esaustiva. Mi è appena arrivata la epson 2880 simile alla 2400 fi gerardo. farò un minimo di esperienza, ma sono deciso a comprare un monitor professionale. Sono orientato su un lacie con relativo calibratore. Mi è stato detto che questo monitor deve essere utilizzato sul desk top e non sul portatile, su cui sembra essere impossibile una profilatura decorosa. Ho a disposizione sia portatile che desk top. Ma per problemi di organizzazione di lavoro uso il portatile per la fotografia. Sapete darmi un consiglio?. Grazie. Gianfranco :lol:


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: giovedì 2 ottobre 2008, 9:54 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 23 aprile 2008, 21:25
Messaggi: 9488
Località: Valle di Fiemme - Predazzo (TN)
Purtroppo non so che dirti, mi giunge un po nuova questa :?

In fondo un portatile è un PC e un PC non è portatile ma è sempre un PC :lol: :lol: :lol:

Forse si riferivano al fatto che alcuni Portatili hanno schede grafiche non all'altezza o di qualità :?

Sono comunque convinto che anche se non avrai risultati eccellenti di calibrazione (con iil portatile) saranno comunque più che buone e la visione non sarà condizionata dall'angolazione del monitor o dell'alimentazione del portatile.

Lo ho consigliato anche a Ricky......"per ora prenditi il monitor e attaccalo al portatile poi quest'inverno/primavera predi un PC fisso.

Ciao

Gerardo

_________________
Immagine Vi presento il mio nuovo Libro, pubblicato con gli amici Flavio e Riccardo


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sabato 4 ottobre 2008, 16:55 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 22 settembre 2008, 16:12
Messaggi: 2
Caro Gerry, grazie della risposta. Credo proprio che seguirò il tuo consiglio. Già che siamo sull'argomento del ciclo di stampa, ne approfitto per chiedere il tuo parere su altre due questioni. Abbiamo stampanti simili, tu la epson 2400 e io la epson 2880. Do che le cartucce injet a pigmenti hanno il problema di seccarsi con tutte le conseguenze del caso (vedi otturazione augelli, ecc). Hai qualche consiglio in merito? Ho sentito dire che occorrerebbe stampare almeno una volta alla settimana? Tu come ti comporti? Inotre su che tipi di carte ti sei indirizzato. Gloss, semigloss, matte? Di che produttore? Usi carte diverse per il colre e il bianco e nero? Scusa per l'assedio, ma la tua preparazione è impagabile. Mi complimento per le tue foto. Sono emozionanti. Si sente una passione infinita. A presto. E grazie. Gianfranco

A proposito. A suo tempo di chiesi del cameras muzzle. Dai venditori usa silenzio assoluto. Du ebay nulla. hai avuto qualche altra notizia?


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sabato 4 ottobre 2008, 17:34 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 23 aprile 2008, 21:25
Messaggi: 9488
Località: Valle di Fiemme - Predazzo (TN)
Per il camera muzzle nulla, non ho notizie di rivenditori europei, mentre ti confermo l'utilità del prodotto anche se si potrebbe migliorare.

Per il porblema delle cartucce, certo l'ideale sarebbe stampare una pagina a colori (o anche meno) anche se non di qualità fotografica almento una volta ongi 10 giorni.

Personalmente non sono ligio e spesso mi tocca fare una o due pulizia testine con il solito spreco di inchiostro.

La prossima stampante che prendo la voglio con le taniche
Aspetto che aggiornino la 3800 e poi ci penso su :?

Per le carte ultimamente uso la Premium Glossy della Epsono ma ne ho anche altre tra cui la "Pictorico Photo Gallery Hi-Gloss White Film" e tra le matte la Velvet della Epson e la "Hahnemuhle Photo Rag".

Purtroppo dovendo cambiare caruccia del nero da matte a Photo stampo a periodi sull'uno o sull'altra carta e anche per pigrizia ultimamente, come ti ho detto, stampo su P. G. della Epson.

Diciamo comunque che se stampo in BN sicuramente lo faccio su Matte, per il colore vado a periodi :?

Ciao

Gerardo

_________________
Immagine Vi presento il mio nuovo Libro, pubblicato con gli amici Flavio e Riccardo


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mercoledì 12 novembre 2008, 22:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 28 luglio 2008, 17:26
Messaggi: 46
Località: Lazzate MI
Scusatemi dove posso trovare il file PDF per la stampa?
Grazie.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mercoledì 12 novembre 2008, 23:26 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 23 aprile 2008, 21:25
Messaggi: 9488
Località: Valle di Fiemme - Predazzo (TN)
pigi47 ha scritto:
Scusatemi dove posso trovare il file PDF per la stampa?
Grazie.


Nella sezione "File e Tutorial da Scaricare (solo per iscritti)"

Che dovresti poter vedere sono quando sei loggato e che è appena sotto questa dei tutorial

Gerardo

_________________
Immagine Vi presento il mio nuovo Libro, pubblicato con gli amici Flavio e Riccardo


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: venerdì 8 maggio 2009, 21:00 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 18 luglio 2008, 21:45
Messaggi: 14
Località: Trentino
Grazie Gerardo, tutorial molto utilie ma ho un problemino; mi spego:
- ho acquistato un monitor LCD della HP (il 24” LP2275W) che dai test su internet dovrebbe essere un discreto monitor purché calibrato a dovere;
- ho così acquistato l'Eye-One Display 2 ed ho effettuato correttamente tutta la procedura di calibrazione;
- il profilo così ottenuto, oltreché essere utilizzato con Photoshop e DPP (Raw converter di Canon), dovrebbe anche divenire il predefinito di tutte le applicazioni su Windows, giusto?
- tuttavia se da Photoshop salvo un file jpeg (8 bit e sRGB) e poi lo visualizzo con Visualizzatore immagini di Window (o Paint) mi ritrovo con i colori sballati (in particolare rossi molto accesi) come se il profilo considerato fosse quello precalibrazione.
Che posso fare? Qualcuno mi può aiutare?
Ringrazio e saluto tutti.
Mariano


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: venerdì 8 maggio 2009, 22:17 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 23 aprile 2008, 21:25
Messaggi: 9488
Località: Valle di Fiemme - Predazzo (TN)
Stai facendo confusione, si vede che non hai letto con la dovuta attenzione i tutorial :roll: in ogni modo tranquillizzati, sono argomenti un po ostici e forse alle 3 o 4° volta che li leggerai per bene comincerai a comprenderne le basi :lol:

Il profilo che crea Eye One serve solo a Windows (o Mac) e viene impostato automaticamente come predefinito alla fine della calibrazione......dopo te ne scordi sino alla prossima calibrazione, non devi nemmeno sapere che esiste perche non ti servirà più......

PS e solo pochi altri porgrammi riescono a gestire i vari spazi di lavoro (scorda quei programmi ridicoli come Paint o roba di Win) ......presente RBG, sRGB?
Ecco quelli sono profili colore dello spazio di lavoro, io ti consiglio di impostare in macchina e su PS "Adobe RGB" cosi non avrai messaggi strani o dubbi.

Rileggiti i tutorial......quando si ha poca esperienza si fa un po di fatica a capirli ma pian piano diventano più conprensibili....il problema è che fin che non ci si mette proprio dentro il naso e non si fa pratica tutto sembra più complicato.....

Anche perche poi ci sono i profili colore per le stampanti e li le cose si complicano ancora.....

Ciao

Gerardo

_________________
Immagine Vi presento il mio nuovo Libro, pubblicato con gli amici Flavio e Riccardo


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: venerdì 8 maggio 2009, 22:38 
Non connesso

Iscritto il: venerdì 18 luglio 2008, 21:45
Messaggi: 14
Località: Trentino
Grazie Gerardo per la pronta risposta, ma scusami ancora; domanda:
- se dopo aver elaborato una foto con Photoshop la salvi in jpeg (ad esempio per il web) e poi, lasciando attiva l'immagine in Photoshop, la stessa immagine salvata la apri con il "Visualizzatore di Windows", e infine confronti le due immagini, come le vedi sul tuo PC? Io le vedo molto diverse ed è questo che mi sembra strano, o no?
Grazie ancora.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 19 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Yahoo [Bot] e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010