www.FotoEmozioni.it

Il Forum della Fotografia Naturalistica, animali, uccelli, rettili, anfibi, paesaggi, flora, macrofotografia. "FotoEmozioni è il Portale della Fotografia Naturalistica"
Oggi è sabato 21 ottobre 2017, 13:02

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: martedì 5 ottobre 2010, 10:54 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 23 aprile 2008, 21:25
Messaggi: 9488
Località: Valle di Fiemme - Predazzo (TN)
AF-S NIKKOR 200-400 mm f/4G ED VR II

Una delle migliori ottiche tutto fare per la
Fotografia Naturalistica



Immagine

CARATTERISTICHE TECNICHE
Lunghezza focale: 200-400mm
Diaframma: f/4
Schema ottico: 24 elementi in 17 gruppi
Angolo d'immagine: 12°20´- 6°10´ (8°- 4° con fotocamere formato DX)
N. di lamelle del diaframma: 9 (arrotondate)
Messa a fuoco minima: 2,0 m/6 piedi (AF); 1,95 m/6,4 piedi (MF)
Dimensione filtro/attacco: 52mm
Diametro x lunghezza: Circa 124 x 365,5 mm
Peso: 3.360 gr

Altri dati e specifiche sul sito Nikon a questo Link




_________________________________

Iniziamo dicendo subito che "non sono un tecnico", non potrei mai effettuare dei test paragonabili a quelli che si trovano su alcuni siti web o riviste specializzate.

Vogliamo però essere sinceri?

Ci vogliono test accurati per accorgersi che il 300 f2.8 è leggermente migliore (o peggiore) del 200-400 f4 impostato a 300mm perché a occhio è praticamente impossibile rendersi conto se si tratta dell'una o dell'altra ottica....e allora che senso ha star li a spulciare su un infinità di diagrammi, dati e risultati?

Quando poi la maggior parte di quei dati/diagrammi nemmeno li comprendiamo sino in fondo......

Immagine


La qualità ottica dell'obbiettivo è senza alcun dubbio fondamentale ma spesso, prima di un acquisto, si cerca anche un parere, qualcuno che ci dica con parole semplici quali sono le sue impressioni d'uso dell'ottica.

Immagine
Dati di scatto: Nikon D3; Nikon-AF-S_200-400mm_F4G_ED_VR_II-4 impostato a 300mm con VR attivo; monopiede; iso 800 1/160 sec f4.
(tutte le immagini di questa pagina non sono state ottimizzate ma lasciate neutre appositamente)

Come avevo fatto per il 500mm f4 AF-S VRII, il mio intento è quello di valutare l'attrezzatura senza farsi influenzare dal blasone della marca, cercando di capirne pregi e difetti operativi rispetto a una possibile alternativa, spesso infatti si è spinti da un eccessivo entusiasmo ma, alle volte, è meglio attendere, ragionare e valutare alternative oppure se valga la pena passare dal vecchio al nuovo 200-400..........

Premetto, uso Nikon ma non sono un "Nikonista".

Le diatribe su questa o quella marca sono assurde e noiose, un giorno è meglio questa un altro quella.... una ha un AF più veloce, ma l'altra ha degli alti Iso meno rumorosi, quella ha un corpo macchina più affidabile mentre l'altra se ha dei problemi ha comunque un assistenza più veloce e accurata....

Quindi cosa dovremmo fare? Svendere tutto per passare da una all'altra a ogni mutare della marea?

Cerchiamo di stare con i piedi per terra, abbiamo fatto una scelta e siamo legati ad essa nel bene o nel male, personalmente quindi uso Nikon ma non solo legato da amore eterno e non ho "fette di mortadella sugli occhi" quindi sono pronto ad evidenziarne pregi e difetti (ribadisco si tratta sempre di opinioni personali).

Iniziamo dicendo che l'obbiettivo si presenta particolarmente solido e ben rifinito come ci si aspetterebbe giustamente da ottiche di questa categoria e fascia di prezzo.

Il dubbio è però se mi serve uno Zoom cosi costoso oppure se posso risparmiare acquistando un 300mm f/2.8?
Che poi il 2.8 lo usiamo? personalmente impostavo come minimo f4, questo perche lo sfocato era simile se non uguale e mi sembrava che ne guadagnasse in nitidezza.

Il 300 è un ottica direi mitica, osannata da tutti....uno spettacolo sotto "molti" punti di vista, nitidezza, sfocato e... Auto Focus.

In effetti il punto debole del 200-400, a mio avviso, può proprio essere individuato nella velocità dell'Auto Focus.

Come mai nelle specifiche dell'obbiettivo parlano di miglioramento della qualità ottica, del VR, ma quando passano all'AF sorvolano dicendo solo che ce la nuova modalità "A/M"?

Purtroppo da quanto sento l'AF di uno Zoom di questo tipo non è cosi semplice e sorvolando sui perché (non vorrei dire troppe cavolate) crea molti problemi di progettazione e costruzione.

Quando mi è arrivato l'obbiettivo ho sentito i pareri di alcuni amici che hanno la precedente versione e di cui dicono di essere estremamente soddisfatti per qualità /nitidezza(dubito che a occhio si possa notare differenza tra i due modelli) e praticità d'uso, il VR lo usano ma spesso preferiscono affidarsi a un cavalletto. Tutti però speravano sopratutto che il nuovo 200-400 fosse in particolar modo migliorato in quanto ad Auto Focus ma, visto così, sembrerebbe che invece tale miglioramento non ci sia stato e quindi l'idea generale dei miei amici è che bisognerà valutare e pensare con molta calma se vale la pena spendere un bel po di soldi per cambiarlo, in pratica solo per avere un VR più performante.

Infatti chi ha l'altra versione non si è mai lamentato, come già detto, di nitidezza o qualità però è vero che non ha mai usato molto e con fiducia il VR, forse perche era una tecnologia un po acerba, ma ora il VRII è veramente maturo e ha fatto veramente dei notevoli passi avanti.

Ultimamente, con tempi medio lenti, attivo il VRII anche quando uso il cavalletto, nella media infatti noto una quantità di scatti più nitidi attivando l'anti vibrazione, questo anche con cavalletti pesanti e stabili anche perche, con tempi medio lenti (sotto 1/500 circa) basta il semplice movimento dello specchio per innescare vibrazioni con i super teleobbiettivi, a maggior ragione quando viene montato un moltiplicatore di focale.

Il 300mm f/2.8 AF-S VR, lo ho usato per molti anni con grande soddisfazione, abbinato poi a una Reflex con il sensore DX/APS è un ottica eccezionale per la fotografia naturalistica, in effetti si tratta praticamente di un 450mm molto luminoso e leggero, mentre se si usa il Full Frame, la necessità di affiancargli un 500mm si sente di più.

Il 300, può stare in uno degli zaini fotografici più grandi (cito Tamrac e Lowepro) pronto all'uso, con reflex e paraluce montati.

Ce chi dice che è meglio non lasciare montato la macchina sull'obbiettivo durante il trasporto ma è indubbio che se capita una situazione particolare e improvvisa meno tempo si perde e meglio è, personalmente, in molti anni non ho mai avuto alcun problema ma devo dire anche che sono molto attento a cosa faccio quando maneggio attrezzatura cosi costosa e non corro rischi.

L'ingombro quindi del 300 mm e il peso (kg 2.8 circa) sono direi più che accettabili, il 200-400 ha qualche etto in più ed è un pò più lungo (ho preso uno zaini Extra Large per farcelo stare con reflex e paraluce montato).

Il 200-400 con i suoi 3,360 kg e le sue dimensioni è meno maneggevole di un 300 ma si può comunque utilizzarlo senza cavalletto o monopiede (anche se sarebbe consigliabile farne uso) per un discreto lasso di tempo, mentre con un 500mm f4 dopo pochi minuti sei praticamente cotto e in cerca di un appoggio.

Il prezzo del 300 poi è nettamente inferiore rispetto al 200-400 e anche questo ha un suo "peso" ed importanza....per il nostro salvadanaio...

Dell'AF abbiamo già accennato ed è innegabile che il 300 (ma anche il 500f4 AF-S VRII) sia più veloce, se però si attiva l'opzione che ne limita l'azione da 6m all'infinito si ha un netto miglioramento delle prestazioni.

In molte occasioni però uno Zoom è sicuramente impagabile.

Se fotografi ad esempio con un ottica fissa delle cince e ti si presenta uno scoiattolo ce poco da fare, o hai un secondo corpo macchina con un altro obbiettivo montato, come ho fatto io per la foto in basso, oppure guardi e sospiri l'occasione persa...

Immagine


Cosa dire poi di quando sei appostato aspettando un cervo, senza la possibilità di muoverti per paura che fugga e sei costretto a scegliere l'inquadratura in base all'ottica fissa che hai mentre vorresti includere maggiormente il paesaggio o stringere sul soggetto?

Immagine
Dati di scatto: Nikon D3; Nikon-AF-S_200-400mm_F4G_ED_VR_II-4 impostato a 200mm con VR attivo; monopiede; iso 800 1/160 sec f4.

Immagine
Dati di scatto: Nikon D3; Nikon-AF-S_200-400mm_F4G_ED_VR_II-4 impostato a 270mm con VR attivo; monopiede; iso 800 1/160 sec f4.

Immagine
Dati di scatto: Nikon D3; Nikon-AF-S_200-400mm_F4G_ED_VR_II-4 impostato a 400mm con VR attivo; monopiede; iso 800 1/160 sec f4.

Mentre si avvicina o si allontana vorresti aggiustare l'inquadratura ma sei legato all'ottica fissa che stai usando.....potresti anche essere alla distanza ideale per inquadrare il tuo cervo, ma se ne arriva un altro? una femmina oppure un maschio bellicoso (magari avessi una foto di due bei cervi che litigano :-( )

Può poi capitare, con soggetti confidenti, di trovarti in un attimo in una situazione particolare, bellissima fotograficamente se solo fossi un po più avanti o un po più in dietro, ma non ce tempo di spostarsi perché sono istanti e come tali in un attimo tutto finisce....ed ecco che tagli un ala o una zampa.

In pratica lo Zoom, tutti gli Zoom, hanno dei vantaggi operativi innegabili.

Ma perché allora non fanno solo zoom? perché non acquistiamo solo Zoom? perché si ostinano a realizzare ottiche fisse incredibilmente luminose e costose?

I motivi sono tantissimi, ricordate che non è tutto oro quel che luccica ;-)

Gli Zoom hanno uno schema ottico più complesso, ci sono più lenti, il che vuol dire più peso e possibile insorgenza di rifrazioni indesiderate, inoltre per i grandangolari può essere molto più difficile gestirne le distorsioni e la dimensione della lente frontale aumentano e con essa l'ingombro (controllate il diametro di una lente frontale di un 24mm f/2.8 e di uno zoom 24-70mm di pari luminosità)

Gli zoom di qualità sono poi più costosi rispetto a un ottica fissa, anche se ci vogliono più ottiche fisse per coprire, in parte, la lunghezza focale di uno zoom...ma continuare a cambiare obbiettivi non è sicuramente comodo...

Ce chi poi non lascerà mai i fissi perche hanno uno sfocato più gradevole, oppure perche sono più incisivi, maneggevoli, leggeri.

In un macro ha senso uno Zoom quando spostandoti in avanti o indietro di pochi centimetri includi o escludi tutto ciò che vuoi?

Cito infine lo zaino monospalla fornito con l'obbiettivo, quei cassoni di legno che danno con il 500 e 600 proprio non li sopporto, capisco che possono servire ai pro per spedire il tutto con maggiore sicurezza ma per i comuni mortali non servono a nulla se non a riempire armadi, lo zaino invece lo ho trovato molto bello e comodo.


--------------------
In pratica con questa chiacchierata volevo farvi capire che, come in tutte le cose di questo mondo, non esiste l'assoluto, non ce qualcosa che sia perfetto, non ci sono solo ed esclusivamente vantaggi in un nuovo prodotto.....
-------------------

Per finire:

Pro: ottima qualità ottica; ottima costruzione e qualità del barilotto e di tutti i componenti; VRII nettamente superiore alla precedente versione; grande versatilità di utilizzo come per tutti gli Zoom; peso e ingombro non eccessivi che ne consentono ancora un utilizzo a mano liebra;

[u]Contro:[/u] l'Auto Focus non è velocissimo; come tutte le ottiche Top il costo è particolarmente alto.


Ma in definitiva, visti pregi e "difetti", un obbiettivo che vale la spesa.





-

_________________
Immagine Vi presento il mio nuovo Libro, pubblicato con gli amici Flavio e Riccardo


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: martedì 5 ottobre 2010, 15:52 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 20 luglio 2009, 10:23
Messaggi: 231
Località: Carmignano PO
Ciao Gerardo , mi sono letto tutto d'un fiato questa tua recensione.
Le considerazioni da te fatte su questo zoom sono le stesse che mi spinsero a suo tempo a sceglierlo nei confronti di un tele fisso.
Una curiosità : quest'ottica affianca o sostituisce il 500 che hai ?

Complimenti per questi primi scatti ai cervi con lo "zoommone" !

Ciao Alessandro


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: martedì 5 ottobre 2010, 18:07 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 23 aprile 2008, 21:25
Messaggi: 9488
Località: Valle di Fiemme - Predazzo (TN)
Grazie Alessandro

A mio avviso, con una D300 o comunque con una Reflex Dx (o APS che dir si voglia) il 200-400 sarebbe più che sufficiente per ogni tipo di situazione "normale", si tratta praticamente di un 300-600mm f4...alcuni anni fa, quando si usava la pellicola, qualche fotografo sarebbe arrivato ad uccidere per un ottica con tali caratteristiche :? ....se però hai un anatra in mezzo al lago allora la lunghezza focale non basta mai....ma normalmente, con un po di astuzia si arriva la dove nemmeno un 1000 arriverebbe ;-)

Ma io ha la D3 che è un FF (Full Frame) e quindi il 400 in alcuni casi potrebbe rivelarsi corto e personalmente non amo molto l'uso dei moltiplicatori se non in casi estremi.

Quindi il 500mm, almeno nel mio caso, si affianca al 200-400, la dove ritengo ci sia la possibilità di fotografare o animali piccoli a cui non posso avvicinarmi più di tanto o diffidendti in campo aperto o lago che sia.

In linea di massima comunque prevedo un uso massiccio di 200-400 e un uso sporadico di 500mm

Ciao

Gerardo

_________________
Immagine Vi presento il mio nuovo Libro, pubblicato con gli amici Flavio e Riccardo


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: martedì 5 ottobre 2010, 21:41 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: domenica 11 aprile 2010, 7:56
Messaggi: 113
Località: Brisighella (RA)
Anche io mi sono letto molto volentieri la recensione su questo nuovo zoom e volevo chiedere a Gerardo una informazione riguardo l'AF per avere un 'idea: paragonando la velocità con il 300 f/4 lo zoom come si comporta?

PS molto bella la prima foto del cervo

Ciao
Maurizio


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: martedì 5 ottobre 2010, 23:18 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 23 aprile 2008, 21:25
Messaggi: 9488
Località: Valle di Fiemme - Predazzo (TN)
Diciamo che se limitato è anche più veloce del 300 f4 AF-S ma come dicevo il 300 f2.8 e sopratutto il 500 f4 sono più performanti.

Non tanto una volta che si ha acquisito il soggetto, allora gli aggiustamente sono minimi e istantanei e in buona parte dipendono più dal sensore AF della macchina fotografica....ma se per caso si perde il fuoco e si passa da infinito a minima di messa a fuoco, finche non si riaggancia il soggetto, ci vuole un tempo abbastanza lungo.

Ciao

Gerardo

_________________
Immagine Vi presento il mio nuovo Libro, pubblicato con gli amici Flavio e Riccardo


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mercoledì 6 ottobre 2010, 8:00 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 15 dicembre 2008, 16:16
Messaggi: 978
grazie, ottima recensione, anch'io letta d'un fiato.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mercoledì 6 ottobre 2010, 15:23 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: domenica 11 aprile 2010, 7:56
Messaggi: 113
Località: Brisighella (RA)
Una altra curiosità non legata strettamente ai dati tecnici dell' obbiettivo, con quale monopiede hai effettuato le uscite al bramito?

Grazie
Maurizio


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mercoledì 6 ottobre 2010, 19:35 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 23 aprile 2008, 21:25
Messaggi: 9488
Località: Valle di Fiemme - Predazzo (TN)
Grazie a tutti

Per Maurizio, il monopiede è un gitzo in alluminio, per pochi grammi di differenza non vale la pena prendere il carbonio anche perche costa più del doppio...

Il monopiede che ho io è il Gitzo GM3350XL

Ciao

Gerardo

_________________
Immagine Vi presento il mio nuovo Libro, pubblicato con gli amici Flavio e Riccardo


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: martedì 12 ottobre 2010, 23:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: sabato 9 agosto 2008, 12:49
Messaggi: 90
Località: Ospitaletto(BS)
Bè....recensione più che esaustiva!! Ti avevo chiesto in mp perchè non avevo ancora visto questo topic! ;-)
Secondo me il 200-400 è un'ottica sensazionale, soprattutto per chi come me, e te, ama ambientare i suoi soggetti. Con un 500 puoi fare tutti i calcoli che vuoi che se il soggetto si avvicina troppo è finita. E qui non parlo ad esempio dei passeriformi, visto che possiamo farli venire -spesso- dove vogliamo, ma un forcello...o un cervo...non sempre si mettono proprio dove avremmo tanto desiderato!! :P
Quindi, ti ringrazio tantissimo di questa bella recensione, attenendo, spero in tempi non troppo remoti, un bell'acquisto!

_________________
Andrea Zampatti
http://www.flickr.com/photos/zampa_natureview/


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mercoledì 13 ottobre 2010, 7:42 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 20 ottobre 2008, 0:40
Messaggi: 610
Località: Novara
Bella presentazione per quella che io ritengo una grande ottica; è nella mia borsa da ormai due anni (la versione precedente) e devo dire che se le condizioni (distanza) sono ideali è la mia preferita per: versatilità, incisione e colore. Ho sempre preferito gli zoom per per le maggiori possibilità compositive ed in questo caso devo dire che la opportunità di fotografare con un 200-400 da solo 2 metri di distanza mi ha permesso in varie occasioni di passare dai rettili agli uccelli in pochi secondi, senza spostarmi e senza cambiare ottica ... non male direi. Inoltre, dopo un po' di tempo (fatto il braccio al peso), lo si può con grandi soddisfazioni utilizzare in mano soprattutto per gli uccelli in volo. Volendo, con una leggera perdita, si può duplicare con l'1.4 portandolo a 560 mm ed allora diventa quasi insostituibile. Questa ottica ha però bisogno di essere usata molto per poterla conoscere bene perché non è semplicissimo capire come legge la luce, con l'esperienza può capitare di fotografare scene di uccelli (fermi) e con poca luce ad 800 iso ad un 60°/125° ad F 8 o 11 ed allora si potranno vedere esaltate le sue caratteristiche.
Con il tempo Gerardo sicuramente ce ne farà vedere delle belle Gongolo037

_________________
Ciao, Liam


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sabato 16 ottobre 2010, 9:08 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 15 ottobre 2010, 19:32
Messaggi: 143
Località: Macerata
Sono da poco iscritto a FotoEmozioni ed ho letto questo per me interessante topic.
Porto il mio contributo. Posseggo da circa un anno questo gioiellino (quello precedente). Mi associo a quanto detto sopra e faccio i miei complimenti alla prova e alle considerazioni di Gerardo.
Oltre ad essere molto versatile io la uso, se necessita, con i vari moltiplicatori (TC 1.4 e 1.7) e ad ultimo con il nuovo TC20EIII asferico. I risultati sono sorprendenti
A richiesta posso mandare qualche nef
Complimenti Gerardo, hai fatto un ottimo acquisto, non te ne pentirai ;-)
Ciao Antino


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sabato 16 ottobre 2010, 9:20 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 23 aprile 2008, 21:25
Messaggi: 9488
Località: Valle di Fiemme - Predazzo (TN)
Ciao Antino

Grazie intanto per i complimenti anche se in fondo le mie sono state solo due chiacchiere e alcuni ragionameni, spero, sensati :roll:

Allora questo benedetto TC20EIII asferico è uscito :)

cosa ne pensi?

Praticamente il 400 diventa un 800 f8, a questa lunghezza focale come si comporta?
sia a tutta partura, quindi f8) che chiudento a f11

Mi piacerebbe sapere come si comporta anche sul 500......direi che difficilemente lo userei un 2x perche un 1000 mm f8 è un ottica un po troppo impegnativa e soggetta a troppe vibrazioni ma in casi veramente estremi si potrebbe anche provarci :lol:

Ciao

Gerardo

_________________
Immagine Vi presento il mio nuovo Libro, pubblicato con gli amici Flavio e Riccardo


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sabato 16 ottobre 2010, 11:32 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 15 ottobre 2010, 19:32
Messaggi: 143
Località: Macerata
Gerardo, avendo letto questa prova http://bythom.com/Nikkor-200-400mm-lensreview.htm mi sono fidato e ho acquistato il TC 20EIII asferico.
Debbo dire che si sposa magnificamente con il 200-400, con una ottima risoluzione. Io lo uso con cavalletto, VR attivo, tempi rapidi e diaframma 8. Risultati sorprendenti.
Se vuoi ti mando qualche nef
Col 500 non lo so, bisognerebbe provare.
Le foto della ballerina gialla che ho pubblicato in "fauna" sono fatte con D3s 200-400 + tc 2xasferico, a diaframma 8.
Saluti Antino


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sabato 16 ottobre 2010, 11:49 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 23 aprile 2008, 21:25
Messaggi: 9488
Località: Valle di Fiemme - Predazzo (TN)
Grazie antonio per il link, ci draò sicuramente un occhiata approfondita :)

Più che altro dovrei provarlo ma forse un mio amico, che abita quì vicino, dovrebbe prenderlo a breve e allora lo provo direttamente.....tanto per ora non ce fretta.....i prossimiperiodi non sono impegnativi da un punto di vista fotografico, almeno per quanto rigurada i super tele.

Ciao

Gerardo

_________________
Immagine Vi presento il mio nuovo Libro, pubblicato con gli amici Flavio e Riccardo


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: sabato 16 ottobre 2010, 18:41 
Non connesso

Iscritto il: lunedì 20 luglio 2009, 10:23
Messaggi: 231
Località: Carmignano PO
antino ha scritto:
Gerardo, avendo letto questa prova http://bythom.com/Nikkor-200-400mm-lensreview.htm mi sono fidato e ho acquistato il TC 20EIII asferico.
Debbo dire che si sposa magnificamente con il 200-400, con una ottima risoluzione. Io lo uso con cavalletto, VR attivo, tempi rapidi e diaframma 8. Risultati sorprendenti.
Se vuoi ti mando qualche nef
Col 500 non lo so, bisognerebbe provare.
Le foto della ballerina gialla che ho pubblicato in "fauna" sono fatte con D3s 200-400 + tc 2xasferico, a diaframma 8.Saluti Antino


Ciao Antino, secondo te l'accoppiata 200-400 e TC20 darebbe buoni risultati anche con una D300 che non può andare su con gli iso come la D3s ?
Io finora l'ho usato al massimo con il TC17, e l'autofocus ogni tanto va in crisi.
Certo se i risultati ti hanno sorpreso in positivo ci farei un pensierino :roll: .

Ciao , Alessandro


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 30 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010