www.FotoEmozioni.it

Il Forum della Fotografia Naturalistica, animali, uccelli, rettili, anfibi, paesaggi, flora, macrofotografia. "FotoEmozioni è il Portale della Fotografia Naturalistica"
Oggi è lunedì 21 gennaio 2019, 15:29

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora




Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 17 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: martedì 20 settembre 2011, 16:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 20 settembre 2011, 14:55
Messaggi: 19
Ciao a tutti, questo è il mio primo post, mi unisco a voi in questo bellissimo forum.
Essendo da sempre appassionato di animali e, anche se da poco, di fotografia, mi sto accingendo a coniugare l'una e l'altra passione.
Amo i safari, ma dato che posso concedermene uno all'anno, mi sto dedicando da qualche mesetto agli ungulati del vicino appennino, in particolare il parco delle foreste casentinesi.
Le settimane scorse ho colto numerosi daini, caprioli e qualche cerva, ora vorrei fare un passo avanti dato che siamo nella stagione del bramito del cervo, vorrei tentare qualche scatto di rilievo.
Il 1° problema che mi trovo di fronte consiste nella mancata conoscenza delle abitudini di vita di questi animali, oltretutto spesso e volentieri schivi e difficili da avvistare.
Lo scorso w.e. ho dedicato un pò di tempo per localizzarli ma purtroppo il bramito avveniva nelle ore notturne, non permettendomi di localizzarli a vista.
Arrivando al sodo ho bisogno di qualche prezioso suggerimento da chi è esperto o comunque chi ama dedicare tempo alla fotografia di questo animale:
1) zone di presenza nei crinali: quali predilige? esposizione nord...sud per miglior irraggiamento solare? sono privilegiate zone boschive da "frutto" tipo ghiande e castagne? si espongono nelle creste dei crinali o stanno al suo interno?
2) territorio/harem: sono animali territoriali? se sì il loro territorio rimane lo stesso anche dopo la stagione del bramito? sono abitudinari giorno dopo giorno negli spot dove bramiscono?
3) approccio fotografico: immagino sia consigliato l'appostamento fisso, ma supponiamo che il cervo sia già nella zona calda individuata e riusciamo a vederlo a distanza, è fattibile l'avvicinamento sottovento con le opportune precauzioni di indiscrezione?
4) orari meglio il mattino presto o alla sera?

qualsiasi altro suggerimento è ben accetto!
grazie per l'eventuale pazienza e disponibilità!


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: martedì 20 settembre 2011, 21:25 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 12 maggio 2008, 13:15
Messaggi: 647
Località: Novi di Modena (MO)
Ciao Riccardo, ti rispondo per primo ma spero seguano altri perché esperienze diverse in zone diverse possono contribuire ad avere più informazioni possibili, fermo restando che certe cose si imparano solamente con l esperienza diretta sul campo e le uscite a vuoto (utilissime per imparare a migliorarsi).

Allora, intanto credo che il posto sia decisamente idoneo, forse la zona con la più alta densità di cervi in Italia; non ci sono mai stato ma so che è zona frequentata da molti appassionati del genere, e ogni anno fanno censimenti con decine di volontari proprio nel periodo del bramito: per questo motivo battezzerei alcune zone un po ai margini e mi concentrerei su quelle. La conoscenza del territorio è fondamentale, così come cercare di muoversi senza creare alcun disturbo gia da queste prime fasi di studio. I cervi maschi si individuano sia col bramito sia con l osservazioni di eventuali tracce o fatte lasciate sui pascoli, nelle zone di insoglio (pozze di fango dove vanno a rotolarsi) o notando i "fregoni" sui tronchi degli alberi dove vanno a sfregarsi col collo (presenza di peli associata a odore di selvatico sono prova certa del passaggio dei cervi). Che io sappia non hanno una predilezione per particolari esposizioni dei versanti nel periodo del bramito (discorso diverso per l'inverno), di certo invece è più facile trovarli allo scoperto all alba e al tramonto, nelle zone dove le femmine vanno a pascolare. Con l aumentare della luce del sole man mano si rintanano nel folto del bosco e cala anche l' attività di bramito. Posso consigliarti di posizionarti in un luogo con buona visuale armato di binocolo e con le orecchie aperte così potrai farti un idea dei movimenti che fanno i branchi. I cervi infatti sono abitudinari e soprattutto in questo periodo tendono a frequentare sempre le stesse zone. I maschi dominanti vigilano che altri maschi non insidino le femmine del loro harem e continuano a perlustrare il "perimetro" del territorio occupato lanciando bramiti e marcando il territorio, se altri maschi violano l' avviso del dominante si può assistere ad incornate che dono più dimostrative che cruente; solitamente il maschio di rango minore se la da a gambe levate.
Sicuramente per fotografarli è preferibile un appostamento fisso cercando di poterci arrivare senza incrociare zone frequentate dai cervi per non allarmarli anche solo con l' odore, se vai col capanno mobile tieni aperta solo la feritoia da cui sporge l obiettivo per evitare che un po di vento possa tradire la tua presenza portando in giro l odore, se fai un capanno fisso può essere utile rivestirlo all interno con sacchi neri di quelli del pattume, schermano la luce e gli odori. Se invece vuoi provare l ebbrezza della cerca vagante stai sempre sottovento e non usare deodorante o dopobarba, indossa abiti in tinta con l' ambiente e non freschi di bucato, io li lascio all aria aperta diversi giorni per cercare di fargli perdere ogni odore. Consiglio guanti e passamontagna, gli animali riconoscono benissimo l ovale chiaro del viso e le mani che si muovono: così conciato e immobile una volta ho fotografato un incornata tra due cervi a 20 metri e un altra volta un accoppiamento. Scatta possibilmente quando il maschio bramisce evitando raffiche prolungate in modo da evitare di insospettirli col rumore dell otturatore. Puoi provare anche a imitare il bramito per attirare l attenzione del maschio ma attenzione che se capta qualcosa di strano nel dubbio di solito si allontana.
In bocca al lupo e aspettiamo di vedere le foto. Buon bramito! Foto a parte essere nel bosco e sentire echeggiare il richiamo del re della foresta mi fa sempre venire la pelle d' oca

_________________
Marco Angeli


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mercoledì 21 settembre 2011, 10:04 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 20 settembre 2011, 14:55
Messaggi: 19
Grazie Marco, molto chiaro il tuo discorso.
Interessante sapere che anche il cervo è territoriale.
Considerando che una delle mie zone battute sono frequantate da cerve e che mai ho notato maschi ne tantomeno bramiti nella medesima zona, mi chiedo se quelle femmine si sposteranno alla ricerca del maschi oppure sarà un maschio a venire per coprire quella zona/harem.
Come si sviluppano gli incontri in questo caso? è il maschio che cerca le femmine o sono le femmine che cercano il maschio?


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mercoledì 21 settembre 2011, 16:32 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 12 maggio 2008, 13:15
Messaggi: 647
Località: Novi di Modena (MO)
Sono sempre i maschi che dai loro quartieri estivi (di solito a quote maggiori) si spostano verso le zone frequentate dalle cerve. Tieni peró presente che anche queste ultime hanno areali che cambiano a seconda della stagione. Ma se nel periodo del bramito individui un branco di femmine tienilo d occhio perché prima o poi un maschio o più di uno si presenta all' appello. Può anche capitare, soprattutto con i maschi subadulti, di trovarli in erratismi anche lontani dai branchi mentre sfogano la loro frustrazione su cespugli o alberelli letteralmente distrutti con le corna.

Se ti può interessare qualche anno fa trovai un libro dal titolo "ungulati delle Alpi", è parecchio completo con nozioni di base su biologia, habitat e comportamento di cervo capriolo, camoscio, stambecco e muflone.

_________________
Marco Angeli


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: giovedì 22 settembre 2011, 8:17 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 20 settembre 2011, 14:55
Messaggi: 19
ok grazie, comunque tra poche ore parto per il censimento del cervo :D avrò modo di farmi una bella (si spera) esperienza, e magari qualche uscita in solitaria per tentare qualche scatto.

p.s. poca partecipazione a questo topic... non interessano a nessuno gli ungulati???


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: giovedì 22 settembre 2011, 8:42 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 12 maggio 2008, 13:15
Messaggi: 647
Località: Novi di Modena (MO)
Riccardo79 ha scritto:
poca partecipazione a questo topic... non interessano a nessuno gli ungulati???


no no, fidati che interessano. Ma gli interessati o sono gelosi dei propri trucchi o probabilmente sono già in giro per cervi :D
buon censimento

_________________
Marco Angeli


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: giovedì 22 settembre 2011, 20:16 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: giovedì 1 ottobre 2009, 21:21
Messaggi: 937
Località: Val di Sole Trentino
[/quote]

no no, fidati che interessano. Ma gli interessati o sono gelosi dei propri trucchi o probabilmente sono già in giro per cervi :D
buon censimento[/quote]

...o qualcuno come me ha gia provato a fare i primi approcci col bramito per quest'anno ma ha ancora le idee molto confuse sul come procedere ma spera un pò nella fortuna Ang006 Ang006


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lunedì 26 settembre 2011, 9:48 
Non connesso

Iscritto il: mercoledì 20 ottobre 2010, 8:31
Messaggi: 282
Località: Pera di Fassa
serpero ha scritto:


no no, fidati che interessano. Ma gli interessati o sono gelosi dei propri trucchi o probabilmente sono già in giro per cervi :D
buon censimento[/quote]

...o qualcuno come me ha gia provato a fare i primi approcci col bramito per quest'anno ma ha ancora le idee molto confuse sul come procedere ma spera un pò nella fortuna Ang006 Ang006[/quote]

quoto serpero... Gongolo037

_________________
Il mio blog
http://naturalworldfree.blogspot.com/


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lunedì 26 settembre 2011, 10:49 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 20 settembre 2011, 14:55
Messaggi: 19
eccomi rientrato, bella esperienza, anche se per quanto mi riguarda il momento del bramito non è una novità, sicuramente più coinvolgente raggiugere zone "remote" del parco che normalmente a causa dei divieti di accesso con sbarra, non è possibile raggiungere se non con camminate impegantive e lunghe.
Ho potuto vedere un branco di cinghiali e udito un duello tra 2 cervi.
Per quanto riguarda la mia attività di ricerca ho dedicato parecchio tempo alla localizzazione esatta dei cervi in zone limitrofe rispetto a dove ho casa. Constatando che sono nel fitto bosco ho riscontrato parecchia difficoltà nel tentare di raggiungerli per preparare una posta.
"Spot" interessanti dove escono dal fitto bosco li ho individuati ma occorre circa 1h1/2 di cammino impegnativo lungo sentiero tracciato, ora mi chiedo... ma come fate in questi casi? affrontate comunque un trekking così impegnativo? Al mattino presto sarebbe un problema perchè dovendo arrivate alle primissime luci dell'alba dovrei mettermi in cammino col buio profondo, viceversa di sera... nel senso che rimanere fino al tramonto inoltrato significherebbe tornare col buio.
Come fate voi?


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lunedì 26 settembre 2011, 13:16 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: venerdì 19 dicembre 2008, 17:29
Messaggi: 222
Riccardo79 ha scritto:
ma occorre circa 1h1/2 di cammino impegnativo lungo sentiero tracciato, ora mi chiedo... ma come fate in questi casi? affrontate comunque un trekking così impegnativo?


In sincerità se 1-1/2 h di cammino ti spaventano molte specie resteranno per te delle chimere
Prima dei tele contano gli scarponi ;)

_________________
IL MIO SITO: www.albertoolivero.com


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lunedì 26 settembre 2011, 13:25 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lunedì 12 maggio 2008, 13:15
Messaggi: 647
Località: Novi di Modena (MO)
Riccardo79 ha scritto:
Per quanto riguarda la mia attività di ricerca ho dedicato parecchio tempo alla localizzazione esatta dei cervi in zone limitrofe rispetto a dove ho casa. Constatando che sono nel fitto bosco ho riscontrato parecchia difficoltà nel tentare di raggiungerli per preparare una posta.
"Spot" interessanti dove escono dal fitto bosco li ho individuati ma occorre circa 1h1/2 di cammino impegnativo lungo sentiero tracciato, ora mi chiedo... ma come fate in questi casi? affrontate comunque un trekking così impegnativo? Al mattino presto sarebbe un problema perchè dovendo arrivate alle primissime luci dell'alba dovrei mettermi in cammino col buio profondo, viceversa di sera... nel senso che rimanere fino al tramonto inoltrato significherebbe tornare col buio.
Come fate voi?


Ti rispondo per quel che riguarda la mia esperienza.
Un ora e mezza di cammino con zaino, spesso con cavalletto e capanno è il minimo che si faccia per fare foto a certi soggetti come i cervi in zone alpine come quelle che frequento; in Appennino so che c è chi fotografa anche dall auto ma personalmente non potrei paragonare la soddisfazione dell ottenere scatti decenti in situazioni opposte come queste.
Per me la soddisfazione di una foto è quasi sempre direttamente proporzionale alla fatica che ho fatto per ottenerla.
Per i cervi parto necessariamente col buio (con il frontalino) e cerco di essere sul posto molto prima dell alba anche perchè è il momento di luce migliore in cui i cervi si trovano generalmente ancora allo scoperto; per il tramonto identico discorso, tocca tornare col buio e non ti nascondo che sentire i bramiti vicini nel buio fa un certo effetto...

_________________
Marco Angeli


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lunedì 26 settembre 2011, 14:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 20 settembre 2011, 14:55
Messaggi: 19
ok, diciamo che sospettavo la risposta ma speravo di sbagliarmi :D
non mi rimane che affrontare lunghi tragitti... che faticaccia arrivare sul posto bagnati fradici di sudore!

Per quanto riguarda invece gli esemplariri che rimangono nel bosco che fate? lasciate perdere per la cattiva luce (oltretutto in orari pessimi) oppure si possono trarre comunque delle belle foto? senza parlare poi della difficoltà di avvicinarli nel sottobosco tipicamente spoglio da bassa vegetazione...


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lunedì 26 settembre 2011, 18:27 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: mercoledì 23 aprile 2008, 21:25
Messaggi: 9488
Località: Valle di Fiemme - Predazzo (TN)
Ciao Riccardo

Benvenuto sul forum

Vedo che già ti hanno risposto in molti comunque ti do anchio un paio di consigli spassionati :lol:

Non insistere continuamente in una zona ma cercane due o tre e poi vai un po a rotazione, questo perche non sono scemi (anche se un po tonti i maschi lo sono) e se i cervi, le femmine in particolar modo, vengono disturbati continuamente sloggiano, magari non di molto ma foto non ne fai più....

L'ideale sarebbe stare circa a 3 metri da terra per evitare che sentano l'odore...

Gli orari sono tutti buoni, nei giorni del culmine del bramito puoi essere nel bosco anche a mezzo giorno che continuano a girare e bramice, certo a inizio e fine stagione sono un po più attivi la mattina e la sera ma sopratutto la notte (solo che naturalmente di notte foto non se ne fanno).

I cervi percorrono anche decine e decine di km per arrivare nella zona di bramito e quindi non tutti saranno in zona a fine stagione e comunque è inutile provare nelle stesse zone perche dopo non hanno più la priorità dell'accoppiamento ma solo del nutrirsi per riguadagnare peso....quindi nel caso dovresti cercarli nelle zone di transito tra le zone di pascolo e dove vanno a riposare.

Ciao

Gerardo

_________________
Immagine Vi presento il mio nuovo Libro, pubblicato con gli amici Flavio e Riccardo


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: martedì 27 settembre 2011, 10:19 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 20 settembre 2011, 14:55
Messaggi: 19
grazie Gerardo, quaes'anno la stagione è un pò indietro rispetto agli altri anni (almeno nell'appennino settentrionale), approfitterò sicuramente delle giornate nel quale bramiscono anche nelle ore diurne, nel frattempo comunque continuo a cercarli al tramonto e alle prime luci dell'alba.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mercoledì 5 ottobre 2011, 15:17 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: martedì 20 settembre 2011, 14:55
Messaggi: 19
siamo nel bel mezzo del periodo del bramito, ora si sentono anche nelle ore diurne, mi chiedo se con l'avvicinarsi della perturbazione dei prossimi giorni possa essere controproducente o meno... vorrei prendermi un pò di tempo per fare qualche uscita ma non vorrei trovarmi nel "silenzio" a causa della pioggia.
Secondo voi, dalla vostra esperienza, una perturbazione a seguito di un lungo periodo soleggiato e caldo, stimola maggiormente l'attività del bramito oppure è controproducente?


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Forum bloccato Questo argomento è bloccato, non puoi modificare o inviare ulteriori messaggi.  [ 17 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010